< indietro

SHIATSU

Siamo oramai consapevoli di quanto sia troppo spesso insufficiente eliminare o sopprimere un sintomo per poter dire “ora sto bene”. E' chiaro: il sintomo porta un messaggio che, solo nel momento in cui viene compreso, può decidere di “ritirarsi” in quanto non più motivato nella sua essenza.

E' il limite intrinseco nella medicina ufficiale, che si occupa per lo più di "sostituire pezzi” o integrare molecole mancanti a questa o quella parte del nostro corpo, sempre più “cosificato” dalla scienza e sempre meno “compreso” dalla coscienza.

E' dunque indispensabile (e anche molto urgente) ristabilire l'equilibrio di corpo, mente, emozioni dando voce ai segnali dell'anima che si esprime attraverso di essi. Sono queste le uniche vere premesse per creare consapevolmente una autentica “disposizione al benessere”, che altro non è che integrazione col proprio Progetto di Vita.


Elenco articoli

Shiatsu: il cuore nella mano

Shiatsu: una prospettiva di benessere

In cammino verso le radici

Tatto: uno strumento di conoscenza

Con-tatto: dalla conoscenza all'amore

Sentire l'energia

Raffreddore: un autotrattamento a portata di mano

Shiatsu e problematiche digestive

Shiatsu nei nove mesi

Esserci e non fare

Shiatsu: in cammino verso l'essere umano

Un buon motivo per mettersi sotto pressione

Yoga e Shiatsu: insieme per il benessere

Autoshiatsu: per una partecipazione attiva alla salute